Esperienza figli 7:
la "storia di adozione" di Franco


(ultimo aggiornamento di questa pagina: 30/09/03 )

 

Grazie Franco per la tua testimonianza: relativamente alla tua richiesta su leggi o altro che ti consentano di avere notizie di tuo fratello, purtroppo non so dirti nulla!

Ti consiglio comunque di visitare alcuni dei siti che ho raccolto nella pagina dei link del sito e che possono essere utili a figli adottati.

A presto

Enzo


La mia storia di figlio adottato

Nome = Franco
Paese_origine = Italia
Anno_adozione = 1973
Eta_oggi = 30
Eta_adozione = 10 giorni


Origini = Ciao mi chiamo Franco,
le mie origini non le conosco precisamente ho solo poco notizie in merito, so che sono gemello e siamo stati separati alla nascita che siamo rispettivamente il 6 e 7 figlio poi dopo di noi un'altra bambina queste notizie le ho reperito in giro e dalla mia madre adottiva.

Arrivo = La mia famiglia mi ha preso se così possiamo dire quando avevo 10 gg. mi hanno trovato in uno scantinato all'interno di uno scatolo in compagnia di topi e quant'altro, quando sono nato pesavo 1.300 grammi e per farmi crescere mi davano a mangiare i biscotti Millefiore nel biberon, immagina come ero, poi come se non bastasse a Napoli all'epoca c'era il colera e gl'ospedali non mi accettavano perchè mi davano per morto; invece adesso sono qui a darti la mia piccola testimanianza. I miei genitori sono meravigliosi e li voglio un bene dell'anima, mi hanno cresciuto con tutto il bene del mondo. Quattro anni fa sono venuto a conoscenza di mio fratello ma facendo anche richiesta alla Procura della Repubblica per avere notizie in merito, non mi hanno mai concesso quest'informazione.* Scusa per come ho scritto ma mi capirai parlarne mi fa stare male. Spero che possa aiutarti a qualcosa la mia testimonianza.

*P.s. conosci qualche legge in merito?

Rivelazione = Beh, questo ti posso dire: l'ho saputo da un bambino quando avevo 9 anni e non auguro a nessuno provare quello che ho provato io. Avrei tanto voluto essere fra le braccia di mia mamma e sentirlo dire da Lei e, perchè no, anche piangere insieme.


Vai all'inizio                         Homepage